Recupero della Palazzina dell’ex MOF

  • Esposizioni
    la Città che Cambia - 2016
  • La centralità del margine
  • la Città che Cambia - 2015
  • Esposizioni
    recupero della Palazzina dell’ex MOF
  • Esposizioni
    Eire – Expo Italia Real Estate
  • Esposizioni
    la Città che Cambia - 2014

Concorso di progettazione per la nuova sede dell’ordine degli architetti della provincia di Ferrata e dell’Urban Center nella Palazzina ex MOF

Un percorso veloce, una sterzata virtuosa per iniziare la trasformazione di un brano di città. Quello che sta per accadere avrà per protagonista un edificio importante all’interno di un’area urbana ancora in cerca di carattere: la palazzina ex MOF in viale corso Isonzo. L’azione rapida e congiunta di Ordine degli Architetti e Amministrazione Comunale ha infatti permesso l’ideazione di un concorso nazionale per la progettazione architettonica preliminare della nuova sede dell’Ordine stesso e dell’Urban Center di Ferrara. L’idea è stata studiata in modo repentino dai membri del Consiglio dell’Ordine e con la collaborazione dei tecnici comunali, come immediata opportunità scaturita dai finanziamenti regionali messi a disposizione per i danni provocati dal sisma (Ordinanza n.120 dell’11 ottobre 2013). L’accordo con il Comune verrà stilato sulla base di una convenzione che, a fronte della gestione della fase concorsuale da parte dell’Ordine e della conseguente individuazione del progetto vincitore, garantirà agli architetti iscritti una sede prestigiosa a un canone d’affitto conveniente, dotando al tempo stesso l’amministrazione di una realizzazione di alta qualità architettonica, come prima azione di rigenerazione di un ambito urbano strategico come quello dell’ex MOF. Le richieste del bando sono orientate a principi di flessibilità degli spazi e minima invasività degli interventi nei confronti di un edificio storico così importante, tutelato dalla Soprintendenza. Il tema coinvolgerà anche le immediate adiacenze esterne, come spazi di futura socialità. Per questi motivi, il concorso ha ottenuto i favori del Consiglio Nazionale degli Architetti, che, nel dare il patrocinio all’iniziativa, garantirà la presenza in giuria di un progettista di provato valore. Il tema del riuso urbano vede ancora una volta Ferrara protagonista di una strategia operativa aperta a esiti promettenti.


Gallery