Officina dei saperi, verso una rete tra le comunità di pratiche

  • Officina dei saperi
    verso una rete tra le comunità di pratiche
  • Officina dei saperi
    verso una rete tra le comunità di pratiche
  • Officina dei saperi
    verso una rete tra le comunità di pratiche


serpentina_2 copia

OFFICINA DEI SAPERI, verso una rete tra le comunità di pratiche nasce in continuità con il processo Ferrara mia che ha visto l’emersione di una rete informale di relazioni e scambio di saperi tra alcune comunità di pratiche locali, e la definizione di una Carta e di un Regolamento per il governo partecipato dei beni comuni.

Il progetto è reso possibile grazie ai contributi dalla Legge 3/2010 della Regione Emilia-Romagna per la promozione dei processi partecipativi, e  ad un co-finanziamento dell’Assessorato al Bilancio per lo studio della sostenibilità (anche economica) delle micro-progettualità e iniziative civiche dei cittadini nei quartieri per favorire la socializzazione, la convivenza, lo sviluppo sostenibile e più in generale il governo dei beni comuni.

Officina dei saperi rappresenta la prima fase di un processo più ampio sul quale si concentrerà l’attività dell’Urban Center per tutto il 2017, finalizzato all’attivazione di uno spazio urbano, inteso come piattaforma permanente, volto alla condivisione libera e gratuita di informazioni, idee e relazioni tra i cittadini e tra cittadini e amministrazione comunale.

L’oggetto decisionale del percorso è il Regolamento comunale per la disciplina delle forme della partecipazione popolare all’ amministrazione localestrumento normativo già esistente ma del quale è ipotizzabile un’attualizzazione/integrazione, anche alla luce degli esiti dei percorsi partecipativi promossi dall’ amministrazione negli ultimi anni.

Il progetto, vista l’ampiezza delle tematiche coinvolte, è articolato in quattro ambiti operativi strettamente interconnessi fra loro: Incontri nei vicinati e nei quartieri; esplorazione e racconto delle comunità; analisi e ricerca delle risorse per la sostenibilità dei progetti dei cittadini; Proposte su iter e regolamenti.


Documenti utili