Ex Mof

Ex Mof

la palazzina riapre dopo quasi trent'anni di chiusura

Alcuni cenni storici

“L’Agricoltura” è il titolo dei dipinti murali che campeggiano nella grande Sala voltata, la firma è quella di un maestro della pittura ferrarese del 900, il bondenese Galileo Cattabriga (1901-1969).

Forte della sua collocazione vicino alla Darsena e ai magazzini delle merci in arrivo dal Po, la sua funzione principale era la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli e agroalimentari, motori dell’economia agricola dell’intera provincia ferrarese. Esempio di architettura razionalista all’interno dell’Addizione urbana novecentista, ospitava: un alloggio per il custode, uffici amministrativi a servizi del mercato, una banca, un bar e la grande Sala delle Contrattazioni.

Inaugurato per la prima volta nel 1937, fu progettato dagli ingegneri Alfredo Caccia, Carlo e Girolamo Savonuzzi. Dopo 28 anni di chiusura, è oggetto di un intervento di recupero e restauro a cura degli Architetti Filippo Govoni, Federico Orsini e Riccardo Russo.

Riapre il 20 gennaio 2018 come sede dell’Ordine degli Architetti (1° piano) e dell’Urban Center di Ferrara (piano terra), servizio pubblico a supporto delle comunità civiche locali.