Ex Mof

Ex Mof

la palazzina riapre dopo quasi trent'anni di chiusura

Alcuni cenni storici

“L’Agricoltura” è il titolo dei dipinti murali che campeggiano nella grande Sala voltata, la firma è quella di un maestro della pittura ferrarese del 900, il bondenese Galileo Cattabriga (1901-1969).

Forte della sua collocazione vicino alla Darsena e ai magazzini delle merci in arrivo dal Po, la sua funzione principale era la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli e agroalimentari, motori dell’economia agricola dell’intera provincia ferrarese. Esempio di architettura razionalista all’interno dell’Addizione urbana novecentista, ospitava: un alloggio per il custode, uffici amministrativi a servizi del mercato, una banca, un bar e la grande Sala delle Contrattazioni.

Inaugurato per la prima volta nel 1937, fu progettato dagli ingegneri Alfredo Caccia, Carlo e Girolamo Savonuzzi. Dopo 28 anni di chiusura, è oggetto di un intervento di recupero e restauro a cura degli Architetti Filippo Govoni, Federico Orsini e Riccardo Russo.

Riapre il 20 gennaio 2018 come sede dell’Ordine degli Architetti (1° piano) e dell’Urban Center di Ferrara (piano terra), servizio pubblico a supporto delle comunità civiche locali.

L'Urban Center aperto tutti i giovedì

La sede è a disposizione dei cittadini tutti i giovedì, al mattino dalle ore 11.00 alle ore 14.30 e al pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 20.00. L’ingresso è libero e gratuito. Gli spazi comprendono: due aule studio da 10 e 12 posti, una sala lettura da 20 posti, un punto ristoro auto-gestito per piccoli incontri informali.

Durante i giovedì di apertura è inoltre possibile conoscere i tecnici e i cittadini coinvolti nelle attività, scoprire le pratiche locali intercettate, essere informati sulle variazioni introdotte ai regolamenti comunali a seguito dei percorsi attivati dal 2014 per favorire l’uso libero e conviviale dello spazio pubblico, e non solo.

Per sopralluoghi e incontri conoscitivi specifici si prega di contattare il centro [0532 205731 – urbancenter@comune.fe.it] e chiedere un appuntamento. I cittadini aderenti alla Rete Urban Center posso chiedere l’uso gratuito dello spazio per conferenze e laboratori, previa presentazione di Attestati antincendio e di primo soccorso e nel rispetto delle Linee guida.

 

Prenotazione spazi

Gli spazi dell’Urban Center sono a disposizione dei cittadini e della pubblica amministrazione nel rispetto delle linee guida sperimentali a seguire, elaborate con l’obiettivo di strutturare uno spazio di comunità ad uso gratuito, contraddistinto dalle altre sale di proprietà del Comune concesse in uso a titolo più o meno oneroso.

Per queste ragioni, in una prima fase di transizione (ottobre 2018 –  gennaio 2019), si è scelto di testare l’uso degli spazi per quelle iniziative in linea  con le tematiche affrontate da Urban Center, organizzate dal Comune stesso o dalla Rete Urban Center.

Al termine del periodo di transizione si valuterà la possibilità di confermare e integrare le linee guida con l’approvazione da parte del Comune di modalità d’uso definitive.

>> Modulo di richiesta di prenotazione degli spazi