Sabato 28 marzo dalle ore 18.oo presso Wunderkammer, Palazzo Savonuzzi, via Darsena, 57 – Ferrara

Riapriamo gli incontri pubblici del percorso partecipativo Ferrara mia con un verso di Danilo Dolci, Ciascuno cresce solo se sognato
Vuol dire immaginare gli altri come ora non sono. Avere la ferma convinzione che è possibile cambiare la realtà quando si prende coscienza delle proprie capacità e delle proprie risorse.

E’ necessario saper sperare, è necessario non confondere la speranza con l’illusione. Perché la speranza è frutto dell’esperienza, e saper sperare vuol dire costruire progetti per piccoli passi in direzione dei propri desideri, delle proprie aspirazioni.

Invitiamo tutti i cittadini interessati a scoprire la figura e l’opera di uno degli intellettuali e attivisti più importanti del dopoguerra in Italia, attraverso le riflessioni di Francesca Leder, studiosa di Danilo Dolci e di tematiche di urbanistica partecipata, e di Leandro Picarella, co-regista del Documentario Dio delle Zecche – Storia di Danilo Dolci in Sicilia che sarà proiettato dalle ore 19.30.

La partecipazione alla serata Ciascuno cresce solo se sognato. Il futuro della partecipazione – Storia di Danilo Dolci in Sicilia è libera e gratuita. Vi aspettiamo alle ore 18.oo presso Wunderkammer (Palazzo Savonuzzi – Via Darsena, 57). L’iniziativa è stata realizzata con la collaborazione gratuita delle Associazioni Basso Profilo e Farmacia delle Immagini.

Ciascuno_locandina_bassa copia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *