2* Intervista ad altri comuni

  • Insieme per la cura della città
  • Ferrara mia
    insieme per la cura della città
  • Insieme per la cura della città
  • insieme per la cura della città
  • Insieme per la cura della città

Con le giornate di venerdì 15 e sabato 16 maggio si è conclusa la prima fase del progetto “Ferrara Mia, insieme per la cura della città”  un progetto volto alla promozione e alla valorizzazione delle iniziative spontanee di cittadinanza attiva.

L’evento INTERVISTA AD ALTRI COMUNI si è svolto durante il pomeriggio di venerdì 15 maggio ed ha visto la presenza di circa 70 persone. L’incontro è stato un importante momento di confronto, di scambio e di conoscenza delle diverse esperienze raccontate da amministrazioni che da qualche anno stanno sperimentando nuovi strumenti per favorire la collaborazione e la partecipazione cittadina nella gestione della cosa pubblica.

L’incontro condotto dall’arch. Lucia Lancerin di Laboratorio Città si è aperto alle ore 17.45 con i saluti della Portavoce del Sindaco – Anna Rosa Fava e le presentazioni degli invitati.

Il primo intervento è dell’arch. Federica Ravazzi, una dei sei giovani architetti del gruppo G124 coordinato del Senatore Renzo Piano, che si è occupata della riqualificazione delle periferie delle città di Torino, Roma e Catania. [ vedi il video “Sotto il viadoTTo” ]

Il video dell’esperienza del G124

Successivamente la parola passa agli assessori Enrico Capirone e Giovanna Codato del Comune di Ivrea [ vedi presentazione Ivrea ]; all’assessore Luca Rizzo Nervo del Comune di Bologna [ vedi presentazione Bologna ] e Laura Sinagra Brisca del Comune di Chieri [ vedi presentazione Chieri ] , realtà note per aver introdotto nel proprio assetto normativo un regolamento per l’amministrazione condivisa dei beni comuni elaborato sotto la direzione scientifica di Labsus, e sperimentato per la prima volta nella città di Bologna.

In seguito con l’arch. Paolo Tamagnini del Comune di Reggio Emilia [ vedi presentazione Reggio Emilia ]e il Sindaco di Massarosa Franco Mungai [ vedi presentazione Massarosa ], si è affrontato il tema dell’albo comunale del volontariato, dove si offre la possibilità a chi lo desidera, di svolgere attività di volontariato per finalità di pubblico interesse. A Massarosa grazie al decreto Sblocca Italia, i cittadini che hanno aderito all’albo hanno ricevuto un sostegno da parte del Comune e la riduzione della Tari del 50%.

L’incontro si è concluso alle ore 20.00 con i consueti saluti dell’Assessore all’Urbanistica Roberta Fusari che ha invitato tutti i presenti all’appuntamento del mattino successivo per elaborare delle proposte condivise da presentare alla Giunta del Comune di Ferrara.

Presentazione esposta durante l’incontro


Gallery